Raccontare il Natale: 3 pubblicità da lacrimoni

pubblicità di natale
Raccontare il Natale: 3 pubblicità da lacrimoni 1080 628 Anna Lisa Di Vincenzo

Il calendario dell’avvento da completare, la Vigilia di attesa trepidante e la mattina del 25 con tutti i regali sotto l’albero. E poi la tombola con i parenti e la tavola imbandita per settimane.

In molti recitano la parte dei Grinch, ma questa festività ci riporta inevitabilmente all’infanzia, risvegliando in noi il bambino che eravamo.

Per questo, anche le pubblicità a Natale non possono che parlare a lui.

Nonostante si tratti di una comunicazione commerciale, ci prendono alla pancia e suscitano in noi emozioni profonde e ancestrali.

L’affetto, la paura di rimanere soli, l’amore, il calore, la sicurezza di una casa, di un abbraccio. Prima che di prodotti, soprattutto a Natale, i brand devono parlare di persone.

Ecco tre pubblicità natalizie che fanno inumidire gli occhi e ci raccontano questo periodo speciale, ognuna a modo suo, ma sempre con una dose di zucchero extra.

John Lewis & Partners and Waitrose & Partners

Una favola.

Lo spot di John Lewis & Partners and Waitrose & Partners, catena di negozi e supermarket britannici, racconta la tipica storia natalizia.

Ci sono un draghetto e una bambina dai capelli rossi: il primo combina guai e non riesce a farsi accettare in questo villaggio fuori dal tempo, la seconda decide di aiutarlo e di mostrare a tutti gli altri il suo lato buono.

Ecco allora che, davanti a una tavola imbandita, mentre tutti festeggiano, arriva il piccolo mostriciattolo con un dono culinario che “cuoce” al momento e accade la vera magia.

Show them you care.

Una frase perfetta per una giornata come quella del 25 dicembre. Una storia a lieto fine, un piccolo miracolo natalizio.

Conad

Non sono gli alberi a fare il Natale, sono le persone.

Questa frase mi ha colpito e ha vagato nella mia mente per un bel po’.

È vero. C’è un periodo dell’anno in cui tutto intorno a noi sembra diventare magico: palline, alberi illuminati, luci, dolci e regali.

Ma qual è la vera magia?

La vera magia è saper condividere le proprie emozioni, instaurare relazioni con gli altri e, soprattutto, imparare ad ascoltare.

Già da alcuni anni, Conad ha fondato la sua comunicazione su un messaggio chiarissimo – persone oltre le cose – e, in questo spot natalizio, è riuscito a far passare il significato profondo di questo suo slogan.

Un Natale fatto di decorazioni, ma soprattutto di attenzioni, sorrisi, dolcetti da condividere e amore. Un Natale fatto di persone.

Edeka

È molto toccante, non è vero?

Questa pubblicità è diventata un simbolo della comunicazione natalizia, per la forza del suo messaggio.

Parlare di morte a Natale non è proprio quanto di meglio si possa fare. A meno che questa morte non ci ricordi quanto sia importante la vita, la condivisione con gli altri, l’affetto, la cura e l’attenzione verso le persone a noi care.

Il brand, Edeka, è completamente nascosto, fa solo da sfondo e da oggetto di scena a una storia semplice ma profonda. Una storia che parla di noi.

E allora qual è la vera essenza di questa festività?

Condividere. Una parola così usata oggi, nel mondo social, e così poco sentita nel mondo reale.

Questo articolo è tutta un’altra musica, vero? E non hai ancora visto niente. Partecipando al corso Content Rocker impari a trovare il giusto “tono di voce” per il tuo brand e a creare contenuti memorabili che si fissano nella mente dei tuoi lettori, come un assolo di Freddy Mercury. Sali sul palco e fai alzare in piedi il tuo pubblico! E per richiedere la nostra consulenza in Digital Marketing e promuovere efficacemente tua azienda, scrivici subito qui.

Condividi questo articolo

Anna Lisa Di Vincenzo

Copywriter freelance, divoratrice di libri e accumulatrice seriale di borse, bottoni vintage e stoffe a pois. Laureata in Scienze dell'Informazione a Parma, specializzata in Informazione Editoria e Giornalismo a Roma con una tesi sul Marketing dell'Editoria, ha fatto del Content Management uno strumento per far emergere la sua anima ottocentesca nel mondo contemporaneo.